venerdì 20 gennaio 2017

Piraino, coppia di anziani uccisa dal monossido di carbonio





Sarebbe stato il monossido di carbonio sprigionato da una stufa la causa della morte di una coppia di anziani coniugi a Piraino. I corpi senza vita di Michelangelo Ventura, 90 anni e Tindara Scaffidi Saggio 84 anni, sono stati ritrovati nella tarda serata di ieri all’interno della loro abitazione di contrada Pipi.
Sarà l’autopsia disposta dalla Procura di Patti a chiarire le cause del decesso. Sulla morte dei due anziani indagano i Carabinieri.
Autore:The-warriors

Trieste, lo studente di ingegneria Alessandro Fiorin di 20 anni è stato ritrovato morto in casa: probabile suicidio

Alessandro, 20 anni, fa colazione con i coinquilini. Quando rientrano lo trovano morto -Foto

COMMENTA

Venerdì 20 Gennaio 2017, 08:35
SAN DONA' DI PIAVE - «Siamo sconvolti, non riusciamo a darci una spiegazione di quello che è successo». Alessandro Fiorin, 20 anni andava bene negli studi, aveva un passato recente con la scherma a livello agonistico e faceva ancora parte degli scout. 
 
Un ragazzo modello. Il tragico fatto è successo a Trieste, dove Alessandro frequentava ingegneria biomeccanica, dopo essersi diplomato al liceo scientifico Galilei di San Donà.  Mercoledì mattina fa colazione con i compagni di università, con i quali condivide l’appartamento. Quando rientrano, nel primo pomeriggio, trovano un biglietto, quindi il corpo senza vita del giovane.

giovedì 19 gennaio 2017

Rosario Mazza,muore,mentre il fratello è gravissimo: lite in famiglia o agguato?


Vibo Valentia, un fratello muore, l'altro
è gravissimo: lite in famiglia o agguato?
Giovedì 19 Gennaio 2017, 21:13
Dramma in famiglia. Una presunta lite tra fratelli scoppiata stasera ad Acquaro, un centro del Vibonese, é culminata con l'uccisione di uno ed il ferimento dell'altro. La vittima si chiamava Rosario Mazza, mentre il ferito è Simone Mazza.  La loro età, al momento, non si conosce, ma sarebbero entrambi poco più che ventenni. I due, secondo l'Ansa, avrebbero avuto la lite davanti ad un bar, nella periferia del paese. Rosario Mazza é morto subito, mentre il ferito é stato portato nell'ospedale di Vibo Valentia.  Le sue condizioni, secondo le prime notizie, sarebbero gravi. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno, che hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica di quanto é accaduto. Non è esclusa nemmeno la pista dell'agguato.  Diversi siti locali parlano infatti di un possibile agguato culminato in una sparatoria che avrebbe visto vittima Rosario Mazza e ferito gravemente Simone Mazza. I Carabinieri sono a lavoro per chiarire i fatti. Secondo la seconda ricostruzione i due fratelli sarebbero stati vittime di colpi di arma da fuoco mentre erano a bordo della

Francesco Berlingieri, di 57 anni,fruttivendolo é stato ucciso in un agguato.

Fruttivendolo ucciso in un agguato, ferito il nipote di 8 anni
Giovedì 19 Gennaio 2017, 22:16
Choc a Lamezia Terme. Un commerciante di frutta, Francesco Berlingieri, di 57 anni, di etnia rom, é stato ucciso stasera in un agguato. Nella stessa circostanza é stato ferito ad una gamba un nipote della vittima, un bambino di otto anni. Le condizioni del piccolo, che é stato ricoverato nell'ospedale di Lamezia, non sono gravi. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Rovigo, schianto frontale sulla romea: sono morti nell'incendio del furgone, Daniele Finotti di 59 anni e Gianfranco Fusetti di 45 anni

Incidente Mortale Rovigo oggi, a Porto Viro perdono la vita in due sulla Romea


Sono due i morti dell’incidente stradale che è avvenuto oggi a Rovigo dinanzi al mobilificio Al Patio di Porto Viro. Il sinistro purtroppo fatale è stato causato da uno scontro tra un camion e una Renault Clio.
CONTINUA SOTTO
Le due persone che hanno perso la vita sono Daniele Finotti 59 anni titolare della vetreria che si trova vicino al luogo dell’incidente e un suo dipendente Gianfranco Fusetti di 45 anni. In pratica uno dei due veicoli coinvolti nell’incidente, la Polizia Stradale sta ancora cercando di capire le responsabilità, ha preso fuoco dopo aver tamponato uno dei camion coinvolti nel sinistro stradale. Un fatto di cronaca che ha scosso l’intero Veneto.
In totale si contano altre 5 persone ferite che sono dovute essere ricoverate in ospedale ma le loro condizioni non risultato essere così gravi da far prevedere conseguenze tragiche. Sul posto si sono recati immediatamente i Vigili del Fuoco e il personale dell’ente gestore della tratta stradale che fa riferimento all’Anas.

Il tratto della strada statale 309 è stato chiuso in entrambi i sensi di marcia. L’Anas ha subito consigliato prudenza per tutti coloro che si trovavano ad intraprendere un viaggio lungo la Romea e ad utilizzare i tratti consigliati per evitare l’incidente.

Matteo e Marco Giovannini, due fratelli di 18 e 16 anni di Valtournenche, sono morti in un incidente mentre andavano a scuola

Stavano andando a scuola. Feriti una ragazza e i due occupanti del camion
giovannini-marcox300CHATILLON. Sono morti mentre andavano a scuola, scontrandosi con un camion lungo la strada regionale per Antey. Così hanno perso la vita Matteo e Marco (foto da Facebook) Giovannini, due fratelli di 18 e 16 anni di Valtournenche.
L'incidente è avvenuto intorno alle 7.30 a Chatillon. Matteo e il fratello minore - figli del responsabile del soccorso alpino della guardia di finanza di Breuil-Cervinia Massimiliano Giovannini - stavano andando a scuola quando la loro auto ha impattato frontalmente contro il camion: per loro non c'è stato nulla da fare.
Sul veicolo era presente anche una ragazza che è stata trasportata in elicottero all'ospedale Parini di Aosta mentre sul camion viaggiavano due persone, rimaste anch'esse ferite.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Aosta con la squadra taglio ed i carabinieri di Chatillon-Saint-Vincent per i rilievi del caso e per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente.
Aggiornamento delle ore 10.51:
La ragazza ferita, Carlotta Comé di 18 anni, è ricoverata in rianimazione all'ospedale Parini per un politrauma con una prognosi di 90 giorni. La giovane è stata sottoposta ad un intervento chirurgico alla gamba destra. I due feriti che si trovavano sul camion, padre e figlio di 58 e 29 anni residenti nel Torinese, sono invece giunti al pronto soccorso e non sono in gravi condizioni.

Marco Camilli

La meningite miete una piccola vittima: muore un bimbo di un anno

La meningite miete una piccola vittima: muore un bimbo di un anno
Giovedì 19 Gennaio 2017, 10:22
di Lisa Zancaner
UDINE - La meningite miete la sua prima piccola vittima in Friuli. Si tratta di un bambino di appena un anno deceduto poco prima di Capodanno all’ospedale di Padova, dove era stato trasferito la sera del 27 dicembre dal Santa Maria della Misericordia di Udine. Il piccolo, residente nel comune di Manzano, era giunto al pronto soccorso pediatrico dell’ospedale del capoluogo friulano la notte tra il 26 e il 27 dicembre “con segni clinici di shock settico”, come fa sapere l’Azienda ospedaliero-universitaria. «Ha avuto bisogno da subito di cure intensive e gli esami ematochimici hanno confermato una sepsi meningococcica. Il bambino è stato trasferito a Padova la sera del 27 dicembre in assistenza circolatoria meccanica».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Seguici anche su twitter